Materassi antidecubito in memory: prodotti, fasce di prezzo, recensioni e classifiche

Ogni situazione che comporti una riduzione, o una compromissione totale, delle normali capacità deambulatorie di una persona, si considera un fattore di rischio per l’emersione di lesioni da decubito. Le problematiche il più delle volte scaturiscono a causa di una eccessiva pressione che va a concentrarsi sui tessuti cutanei e sottocutanei, in corrispondenza di punti cruciali, dove le prominenze naturali del corpo spingono maggiormente sulle superfici dove sono poggiate: queste dinamiche, se fossero mantenute per un lasso di tempo considerevole, potrebbero ostacolare la circolazione sanguigna e creare le condizioni per la nascita delle afflizioni di cui si tratta. La loro gestione, una volta comparse, si ritiene assolutamente complessa. Perché ad oggi ancora non si è trovato un rimedio definitivo. E’ tuttavia possibile affidarsi ad una serie di procedure piuttosto collaudate, attraverso cui si possono gestire con efficacia ed arrestare il loro sviluppo necrotico. Sarebbe auspicabile agire in anticipo nei limite del possibile ed acquistare dei presidi consoni, con l’obiettivo di porre in essere una strategia precauzionale.

La scelta di un dispositivo antidecubito deve avvenire dopo aver valutato con attenzione una serie di aspetti. Prima di ogni altra cosa è necessario conoscere precisamente le condizioni di salute del paziente. E comprendere in base al suo stato attuale quale sia il grado di esposizione alle lesioni. Si ritiene nondimeno doveroso tentare di delineare le tempistiche entro cui si dovrebbe svolgere il percorso di prevenzione. Qualora le problematiche in esame fossero già emerse si dovrebbe invece dare vita ad un trattamento vero e proprio, che comunque prevederebbe l’acquisizione di un presidio antidecubito. Dopo aver raccolto tutte le informazioni di carattere soggettivo occorre scegliere il modello di supporto più adatto ai bisogni del paziente. Nel caso in cui il degente si trovasse in una condizione clinica in continuo divenire, sarebbe opportuno prendere in considerazione l’ipotesi di mutare il dispositivo in corso d’opera. In grado di rispondere alle nuove necessità del malato.

I materassi antidecubito in memory foam

Questa tipologia di materassi si conforma al corpo della persona che accoglie, in quanto il materiale pone in essere una reazione quando viene a contatto con una fonte di calore, come quella generata dal corpo umano. Inoltre la sostanza possiede la facoltà di ripristinare la sua forma originaria nonché di conservare intatte tutte le sue proprietà non appena si sospende il suo utilizzo. Nella prevenzione delle lesioni da decubito si presta ad intervenire quando il rischio non è così elevato. Nello specifico i materassi in memory foam annullano i fenomeni di compressione e di attrito, che si ritengono tra le cause più diffuse nella formazione delle problematiche di cui si tratta. Oltre a ciò consentono di conservare la temperatura del malato senza produrre delle influenze particolari, anche durante le stagioni fredde. Le peculiarità ortopediche di questo materiale permettono altresì di trasferire al paziente un’altra serie di benefici, tra cui il miglioramento della circolazione sanguigna e la profusione di un’azione lenitiva nei confronti di dolori di carattere articolare e a livello della spina dorsale. Nonché il mantenimento di una posizione corretta di tutta la colonna vertebrale.

Il Memory Foam è una sostanza viscoelastica, composta principalmente da una schiuma poliuretanica. Da un punto di vista tecnico si definisce schiuma di poliuretano viscoelastico termosensibile. La mescola tuttavia può variare a seconda del modello che si prende in esame e del tipo di destinazione d’uso. Attraverso l’inserimento di una serie di elementi sintetici nell’amalgama è possibile determinare una precisa densità e consistenza. La peculiarità principale del memory foam risiede nella capacità di ostentare delle proprietà elastiche, che si esprimono più o meno intensamente a seconda della temperatura del corpo con cui viene a contatto. Difatti è un materiale termosensibile, per cui diventa più rigido con il freddo e si affievolisce con il caldo. Di conseguenza il calore è in grado di influenzare la sua chimica e di renderlo ricettivo. Allo stesso tempo tuttavia non perde mai la consistenza, risultando un utile sostengono e riuscendo a distribuire il peso su tutta la sua superficie.

I migliori prodotti

I materassi in memory foam, come ogni presidio antidecubito, rientrano tra di dispositivi medici di classe I. Di conseguenza sono concepiti per coadiuvare un percorso terapico oppure un’attività di carattere precauzionale. I prodotti migliori sono fabbricati con l’inserimento di elementi estremamente raffinati, al fine di amplificare le proprietà già sbalordite del memory. Oltre a ciò possiedono diverse qualità che garantiscono il benessere del paziente sotto ogni profilo: i materiali utilizzati nei processi di produzione non provocano allergie e consentono una notevole traspirazione. A seconda delle peculiarità fisiche e del tipo di condizione clinica del degente, inoltre, le case produttrici esibiscono delle tipologie con portanza e densità differenti, allo scopo di andare incontro alle più variegate necessità.

Alcuni modelli sono costituiti di tre strati, di cui soltanto l’ultimo in memory foam. Altri invece posseggono una particolare modellatura delle superfici, ottenuta con una fitta rete di canali, attraverso cui migliorare l’areazione del supporto. Si ricorda infine che ogni modello in esame appartiene alla categoria dei dispositivi antidecubito statici, per cui sono destinati a sostituire i materassi tradizionali, sia nell’ambito di una terapia domiciliare sia qualora si svolga un percorso curativo all’interno di una struttura ospedaliera su dei letti specifici. Sotto il profilo della pulizia si prestano a degli interventi rapidi e non necessitano di operazioni eccessivamente complesse. Mentre per quanto riguarda la manutenzione, il memory foam risulta resistente e non si ritiene esposto a particolari fenomeni di usura nel corso del tempo, in quanto riesce a mantenere intatte le sue proprietà anche dopo un lungo utilizzo.

I prezzi

Il valore di questi dispositivi varia a seconda dei modelli. Il prezzo di partenza di prodotti di media qualità si aggira intorno alle 200 euro, per arrivare a costi più sostenuti quando si prendono in considerazione tipologie raffinate sotto il profilo della lavorazione e dei materiali utilizzati. Quindi si potrebbero superare anche seicento euro. Si ricorda infine i materassi in esame sono dei dispositivi medici, per cui su questa tipologia prodotti è possibile beneficiare di una detrazione fiscale che arriva al 19%.

Materassi matrimoniali in memory foam

Materassi antidecubito in memory foam

Back to top
Apri Menu
sceltatermoconvettori.it